Recentemente siamo rientrati a casa per le vacanze (oh yeah!) e dopo dalle larghe e interminabili ore in un aeroporto, sommando anche 8 ore di scalo in più passare la notte nell’aeroporto, divertente no? Riflettendo a quanto erano difficili gli inizi è il mezzo facile/mezzo leggero che è ora. E questo? Vi domandiate, semplice: l’esperienza.

Stefano 

Non ho molta esperienza negli aeroporti, però vi posso dire quanto stressante e scocciante è aspettare per ore (e avvolte giorni), e il freddo che si sente (soprattutto se ti trovi a Edimburgo o Londra e chi si è trovato lì mi può capire). L’esperienza più orribile fu quando presi per la prima volta l’aereo da Roma Ciampino con destinazione Londra Stansted. Perché orribile? Passate voi svegli dal pomeriggio già in aeroporto alle 7 del mattino del giorno dopo, poi mi dite. Stavo circondato da gente molto strana, alcuni credo che erano Rumeni (tipo squadra di calcio), che camminavano scalzi come se stessero a casa loro e dormendo nelle posture più strane viste mai; e ovviamente in qualsiasi aeroporto non puoi non incontrare Cinesi, quanti Cinesi ci sono al mondo? Infiniti.
Stanno in tutte le parti! E ovviamente per non addorm
entarmi provai a chiamare degli amici dove rimasi a parlare per abbastanza tempo.Dopo ciò, la disperazione mi portò ad ascoltare musica. Però dopo di aver ascoltato e ripetuto quattro volte la playlist la mia testa iniziò a insultarmi e iniziai a degenerare e a pensare come scappare da quest’inferno. Alla fine il tempo passò, la lotta contro il sonno sembrava infinita, si fece la ora di andare e mi salvai da questo incubo. I miei consigli sono: 1)Mai prendere un aereo soli; 2)Addormentati il più tempo possibile 

prima di andare all’aeroporto; 3)Portati una cassetta di Red Bull.london-938880_1280

Mercedes

Io ricordo notti interminabili, fredde, mal di testa e gente “strana”fissandomi tutto il tempo. All’inizio (i primi non so… 10 voli?) mi piacevano gli aeroporti, incluso sembravano divertenti! Dopo questo amore passò ed ora è un’autentico incubo che cerco di passarlo il più veloce possibile e restare il minor tempo, anche se non sempre ci riesco. Ricordo la
ultima volta che stetti sola in un aeroporto, fu nel volo Madrid-Londra. Dopo dovetti prendere Londra-Edimburgo, li dove è la mia terza residenza (Si, prima in Spagna e dopo Italia 😉 ) Si supponeva, e dico supponeva, che dovevo incontrami con Stefano a Londra. Lo avevamo pianificato tutto: dove vederci, un piano B è persino un piano C. Mai fidarsi di lui! In fine,dopo un’ora, rimasi attaccata alla cabina cellulare dell’aeroporto piangendo provando a chiamarlo. Fino in quel momento arrivò la mia disperazione!. La colpa? Non 
avevamo un cellulare e non potevamo comunicarci! E ci demmo appuntamento in un McDonald (sempre

c’è uno) e la crudele casualità ha voluto che non ci fosse. Per questo dico: 1)Non fidatevi di Stefano; 2) Non viaggiate con lui.

IMG_0771

E qui vi diamo i nostri consigli

1.- Coperta/Asciugamano

Conoscete questi asciugamani di microfibra? (la puoi trovare in Decathlon e altri negozi), normalmente ce la portiamo nei nostri viaggi, perché?, non pesano e asciugano veloce. Generalmente quando ci tocca dormire in un aeroporto, lo facciamo per terra, i posti a seder
e la maggior parte delle volte si trovano dopo aver passato il metal detector. Ovviamente non ci portiamo un materasso gonfiabile, allora che facciamo per sopperire al freddo del suolo? Semplice! La coperta. Dormire con o senza coperta è una gran differenza.

2.- Quando dormire?

Io personalmente (e Stefano concorda con me) preferisco mantenermi occupat
nell’aeroporto e addormentarmi nel volo. Perché? In primis perché mi da più sicurezza restare sveglia in aeroporto per le valigie e il flusso di gente che c’è, secondo perché soffro tantissimo addormentarmi e dopo passare all’infernale metal detector (lo odio!) e per ultimo, la ragione il quale da peso, mi da la falsa sensazione di che “è passato il tempo volando” se mi addormento durante il volo è giusto mi sveglio all’arrivo.

3.- Caffetteria 24h

Se non ti piace il caffè non preoccuparti. Le caffetterie 24h degli aeroporti sono le migliori opzioni. Perché? Uno, normalmente stanno videovigilate il quale vuol dire più sicurezza per le tue valigie; due, i posti a sedere tendono a essere comodissimi (molto più che per terra); e tre, se stai solo e scocciato dove è posto migliore per conoscere genteIMG_0796

4.- Pazienza

Portati libri, e-reader, talent, carte (la mia salvezza sempre), il computer. Qualsiasi cosa per passar tempo! Cambia postura, leggi un libro, stira le gambe e guardati un film, hai un documento mezzo terminato: fallo! Fai qualcosa per far sì che il tempo passa il prima possibile.

5.- Fidarsi

Che devi andare a fare un po’ “d’acqua” nel bel mezzo della notte/giorno ed hai valigie,come da far fermare un treno, così grandi che non entrano al bagno? Non preoccuparti, a chi non è successo. La vostra miglior opzione, le famiglie! Mai lasciare le vostre cartelle/borse/oggetti preziosi! Però se state soli e per X necessità, il nostro consiglio è lasciare le vostre cose grandi/pesanti in famiglia, sono meno propensi a frugare e potete stare più sicuri di che non gli succederà niente.

Del resto.. esperienza.airport-775539_1280